Chiese all’aperto: come celebrare in tempo di pandemia

0
475

È stato pubblicato uno studio su “Modelli di chiesa all’aperto”, di particolare rilevanza in questo tempo di pandemia con tutti i problemi relativi al distanziamento tra le persone e all’impossibiltà di tenere riunioni e assembramenti, a conseguenza del divieto posto del Governo italiano di svolgere le liturgie nelle aule ecclesiastiche.

I ragionamenti su come tenere celebrazioni in spazi aperti, svolti da liturgisti e architetti competenti (Angelomaria Alessio, Tino Grisi, Francsca Leto, Silvia Tarantelli), sono intesi a essere d’aiuto per sacerdoti e fedeli in questo periodo critico della pandemia e del post pandemia, ma hanno anche rilevanza per il modo con cui si penso lo spazio liturgico in generale.

Riportiamo dunque il documento nella sua interezza, scaricabile dal link apposito qui sotto, e di seguito, a mo’ di presentazione, un passo del testo introduttivo firmato da Marco Gallo.

Con la fase 2, entriamo in un tempo inedito. Lasciamo ad altre pubblicazioni le pur necessarie considerazioni sul merito dell’opportunità di questa riapertura pubblica del culto (sul se e sul quando). Partiamo ora dai fatti: le comunità possono (o devono) tornare a celebrare a porte aperte, certo con impegnative limitazioni. La liturgia, come tutti i gesti della vita ordinaria, è passata al setaccio, perché sia praticabile al numero più ampio di fedeli ed insieme non sia occasione di una nuova diffusione del contagio.

Ci concentreremo in questo inserto speciale dunque sul come e sul dove. Lo facciamo convinti che questa fase si possa vivere subendola, limitando i danni, oppure che si possa attraversarla prendendo l’iniziativa in modo intelligente.” (M. Gallo)

MODELLI DI “CHIESA ALL’APERTO” Quattro figure dell’incontro nel distanziamento

Angelomaria Alessio, Tino Grisi, Francsca Leto, Silvia Tarantelli

PDF online, Inserto speciale di Rivista Pastorale Liturgica

Download (PDF, 9.03MB)

Comunione. I percorsi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here