Nadia Nespoli: Rivelazione. Arte contemporanea per ritrovare una chiesa dimenticata

0
219
N. Nespoli Bozzetto. San Vittore

Dopo la partecipazione speciale al Festival Sacrae Scenae di Ardesio (BG) con il progetto Immaginette contemporanee, l’artista milanese Nadia Nespoli ritorna alla sua Milano con Rivelazione, un progetto espositivo che coniuga arte e architettura sacra.

N. Nespoli. Bozzetto dell’esposizione. San Vittore

Rivelazione parte dal libro dell’Apocalisse. L’installazione è composta da quattro enormi teli di carta montata su garza, ispirati a quattro specifici episodi raccontati da Giovanni evangelista. Collocate ai lati dell’altare e lungo una parete perimetrale della chiesa sconsacrata di San Vittore e Quaranta Martiri, le tele squarciano con il loro biancore il suggestivo ambiente dell’edificio, in un dialogo di luce con le vetrate. Accanto ai grandi teli, con le carte avanzate l’artista ha prodotto una serie di otto tele di 20×20 cm, sormontate da strati di carta da spolvero e con ricami di filo di cotone.

N. Nespoli. I sette sigilli

In tutti i lavori in mostra sono presenti il bianco che illumina, i riferimenti all’acqua, le increspature continue, le incisioni e gli strappi. Nel suo testo Giovanni parla di visioni, simboli, numeri, colori, astri e animali mostruosi; nella luce del bianco Nadia Nespoli dà vita a un collage di carte, colori e segni per raccontare il suo sguardo verso la salvezza.

N. Nespoli. Lettere alle sette chiese

La chiesa trasformata

All’epoca della sua costruzione (1928), il viale Lucania non esisteva e intorno c’erano solo prati: qui è nata la chiesa dedicata a San Vittore e Quaranta Martiri. Nel secondo dopoguerra, per via della crescita demografica, fu edificata una chiesa più spaziosa, e quella vecchia cambiò funzione. Dal 1956, infatti, divenne uno spazio di immagazzinamento e distribuzione di viveri e vestiario. In tempi più recenti, infine, si è adattata a diversi utilizzi ed entro il 2021 sarà oggetto di una importante riqualificazione. Un luogo di riferimento importante per gli abitanti del quartiere Corvetto, ma nello stesso tempo un angolo di Milano poco conosciuto.

San Vittore e Quaranta Martiri. La navata
San Vittore e Quaranta Martiri. Il soffitto

Negli ultimi anni, la mission di Nadia Nespoli è divenuta quella di collocare le sue opere in luoghi inattesi, poco conosciuti o dimenticati, soprattutto a Milano. Lo ha fatto con lo Spazio Filatelia e la chiesa di San Raffaele in pieno centro, con i chiostri di Santa Maria alla Fontana in zona Isola, con Cassina Anna a Bruzzano e addirittura i prati del Parco Nord. Con Rivelazione, l’artista sceglie uno spazio evocativo, a tratti spettrale, segnato dalle vicende storiche e oggi quasi annichilito dal cemento e dall’oblio, ma che al suo interno svela ancora dettagli preziosi: sontuosi affreschi, l’altare intagliato a mano, l’organo sopraelevato. «In questo periodo di pandemia», commenta la curatrice Margherita Zanoletti, «i luoghi di culto sono diventati inaspettati luoghi di incontro. In questa chiesa logora e trasfigurata dagli anni e dagli usi, l’intervento installativo di Nadia Nespoli trasforma l’architettura sacra in un’architettura simbolica. Un’architettura che parla di rinascita».

N. Nespoli. Settenario delle coppe
N. Nespoli. Settenario delle trombe

Biografia dell’artista. Nadia Nespoli nasce a Milano, dove vive e lavora. Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Brera specializzandosi in arte sacra contemporanea, e ha all’attivo numerose personali, tra cui l’ultima, Immaginette contemporanee, realizzata in concomitanza del Festival cinematografico Sacrae Scenae (2021). Nel 2019-2020 è finalista del Premio Paolo VI per l’arte contemporanea. Nel 2012 fonda il Laboratorio Artemisia presso la Casa di reclusione di Milano – Bollate, curando esposizioni collettive. Tutta la sua opera è imperniata tra segno pittorico e cancellazione dell’immagine. Il motivo conduttore è infatti frammentare, coprire, cancellare l’immagine per ricomporla completamente diversa.

Chiesa di San Vittore e Quaranta Martiri, viale Lucania 18, Milano

Visite guidate sabato 18 settembre alle 11 e martedì 23 settembre alle 18 (prenotazione 346-3757244)

Informazioni mostra: Nadia Nespoli | Rivelazione a cura di Margherita Zanoletti

Dal 12 al 30 settembre 2021, orari 7-12 e 18-20; martedì 16-20

Ingresso libero – Contatti e prenotazioni nadia@pienne.eu | www.nadianespoli.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here